Servizio Accoglienza Trans Verona

SAT Pink Verona
SAT Pink Verona
Il Servizio Accoglienza Trans/Transgender (SAT) è nato con lo specifico intento di dare risposte ai tanti bisogni delle persone transessuali e transgender di Verona e del Veneto.

Il Servizio Accoglienza Trans/Transgender (SAT) è nato con lo specifico intento di dare risposte ai tanti bisogni delle persone transessuali e transgender di Verona e del Veneto.

Il Circolo Pink, che si occupa di tematiche glbtq dal 1985, ha iniziato nel 2005 a dare ascolto a sempre più richieste da parte di persone transessuali/transgender o con problematiche di identità di genere. Dal 2005 al 2011 si sono rivolte al Circolo Pink una settantina di persone con problematiche legate alla loro identità di genere. Rilevata questa esigenza e constatata l’assenza di servizi pubblici sul territorio veronese, abbiamo deciso nel 2011 di creare il Servizio Accoglienza Trans (SAT).

I principi fondanti del Servizio sono gli stessi che hanno ispirato la più che ventennale attività del Circolo Pink: non solo il riconoscimento dei diritti, nel caso specifico il diritto di essere se stessi/se stesse, ma anche la possibilità di avere un luogo di riferimento, di incontro, di discussione su una condizione, quella delle persone con diversa identità di genere, difficile da vivere con serenità. La paura della condanna sociale, del rifiuto familiare, della perdita del lavoro, della discriminazione, della colpevolizzazione da parte delle autorità religiose, costringono molti/e transessuali a vivere una condizione di auto-emarginazione, di isolamento e di infelicità.

Il Servizio SAT Pink

Il gruppo operativo del SAT Pink è composto da 8 sportelliste/i, quasi tutte/i provenienti da Verona, tra queste si conta la presenza di alcune persone trans. L’intero gruppo ha seguito un corso di formazione della durata di 3 mesi presso il circolo Pink e viene mantenuto in costante aggiornamento con incontri di formazione sulle tematiche trans. Il gruppo è seguito da una supervisione esterna.

I Servizi offerti dal SAT sono i seguenti:

•  accoglienza per persone trans/transgender e con problematiche di identità di genere;
•  informazioni e orientamento
•  ascolto telefonico
•  consulenza psicologica convenzionata
•  consulenza sanitaria
•  incontri con genitori/amici e partner di persone transessuali
•  gruppo di auto-aiuto
•  mentoring da parte di persone trans
> informazione legale
•  informazioni centri estetici e abbigliamento.

Presso il SAT è inoltre possibile iniziare il percorso di transizione grazie alla presenza di due psicologhe psicoterapeute, un medico endocrinologo e un legale.
Il gruppo ha inoltre identificato una figura professionale per seguire i casi in cui vi sia bisogno nello specifico di una perizia psicologica per accedere alle cure ormonali e/o all’intervento chirurgico di riattribuzione sessuale (RCS).

Per cercare di soddisfare le numerose richieste di occasioni di socialità, il servizio SAT Pink cerca anche di offrire frequenti occasioni di incontro informale e di svago con particolare attenzione alla tematica trans. Per esserne informati visitate la nostra pagina facebook e/o scrivete a satpinkverona@gmail.com chiedendo di essere inseriti nella nostra mailinglist.

Come si accede al nostro servizio accoglienza:

Il nostro sportello è aperto tutti i mercoledì, dalle 18.30 alle 20.30 presso il circolo Pink, via Scrimiari 7 a Verona.

È possibile fissare appuntamenti personalizzati chiamando il numero di cellulare: 3426318831 (attivo dal lunedì al sabato dalle 8.00 alle 20.00)
>> satpinkverona@gmail.com

Alcune definizioni

TRANSESSUALE
La transessualità è la condizione di una persona la cui identità di genere non corrisponde al proprio corpo biologico e che, sovente, persegue l’obiettivo sia di un cambiamento fisico che della propria condizione sociale. In Italia la legge 164/82 prevede, al momento, la possibilità del cambio di sesso a seguito di un percorso che si conclude con un intervento chirurgico.
Solo successivamente è possibile ottenere il cambio anagrafico del nome.

MtF
Acronimo dall’inglese “male to female”. MtF indica una persona che transiziona dal sesso maschile a quello femminile. Una donna geneticamente maschio.

FtM
Per indicare l’opposto, cioè i transessuali uomini geneticamente femmine, si usa questo acronimo “female to male”. E qui urge una precisazione importante perchè quando si parla di transessuali di solito si sbagliano articoli e declinazioni: IL transessuale indica l’uomo nato femmina, LA transessuale la donna nata maschio e non il contrario!

TRANSGENDER
Nel senso più stretto del termine, ha un identità che non rientra nei sessi dominanti, e incarna le infinite sfumature esistenti tra i due o un “terzo genere”, un “genere altro” che non ha niente a che fare con i due.

TRAVESTITISMO
Si parla di travestitismo quando un uomo si veste e si trucca da donna e quando una donna si veste da uomo. Non esiste correlazione fra travestitismo e orientamento sessuale e identità di genere, quindi non è sinonimo di transessuale o transgender e non dà indicazioni di sorta sulle preferenze sessuali.

IDENTITÀ DI GENERE
È il sentirsi intimamente appartenenti ad un genere sessuale.
In campo medico il sostantivo transessualismo è stato sostituito dall’espressione Disforia di Genere (DIG),che significa che il genere sessuale psichico non è in accordo con il sesso fisico. Non è detto però che sia un modo più accurato di descrivere il problema, perchè implica una patologia psichiatrica che la medicina non ha dimostrato.

Collaborazioni
Il Sat Pink di Verona collabora attivamente con le seguenti realtà/servizi/associazioni sul territorio nazionale:

•  Mit (Movimento Identità Transessuale) di Bologna
•  Spo.t (Sportello Trans Maurice) di Torino
•  Ala Onlus di Milano
•  Associazione Libellula di Roma