Padre stupra la figlia lesbica

Padre stupra la figlia lesbica

In Italia i gruppi e le organizzazioni di estrema destra e ultra cattoliche come quelle guidate da Mario Adinolfi (fondatore del Partito Il Popolo della Famiglia) e Riccardo Cascioli basano il loro odio nei confronti dei cittadini LGBT con la ‘crociata’ in difesa della Famiglia Tradizionale (uomo, donna e prole al seguito).
In molti dei loro attacchi alla comunità LGBT, affermano che i cittadini LGBT siano un pericolo per la sopravvivenza della famiglia tradizionale e in particolare modo dei bambini, infatti, secondo il loro pensiero gli orfani dovrebbero restare tali pur di non vederli felici all’interno di una famiglia composta di 2 padri o 2 madri.
Secondo queste pseudo teorie, i genitori LGBT non sarebbero in grado di allevare e crescere dei bambini in quanto contro natura, perversi e pedofili. Accuse infondate e omofobe. Recenti studi dimostrano che i bambini cresciuti da genitori gay non sono diversi da quelli cresciuti in una famiglia tradizionale, ma per queste persone conta solo l’odio nei confronti dei cittadini LGBT.

Nessuno di loro però parla dei moltissimi casi di violenza fisica, psicologica e sessuale che accadono dentro le 4 mura delle case delle tanto decantate famiglie tradizionali ai danni di donne e minori.

Dal Regno Unito una drammatica vicenda di ordinaria violenza famigliare. Una ragazza inglese di 16 anni, decide di fare il grande passo del coming out all’interno della propria famiglia. Una decisione molto difficile che dovrebbe trovare l’appoggio della famiglia, ma il più delle volte l’odio e l’omofobia la fanno da padroni. La reazione del padre al coming out è stata quella di stuprarla. Violentarla con lo scopo di dimostrarle che il sesso migliore era quello fatto con un uomo.
Un uomo malato, violento e omofobo, che si nascondeva dietro la maschera di un padre. Il padre-orco (54 anni) è stato arrestato e processato con l’accusa di violenza sessuale nei confronti della figlia. Il padre-orco è stato condannato a 21 anni di carcere ma le violenze sessuali nei confronti della figlia erano solo la punta dell’iceberg di una vicenda ancora più drammatica.

Durante il processo, è venuto fuori che l’uomo ha abusato sessualmente anche della figlia minore e di altre 2 ragazze a cavallo tra gli anni ’80 e ’90.
I giudici britannici hanno inoltre decretato che le vittime del mostro siano seguite da specialisti per aiutarle a superare – per quanto possibile – il tremendo trauma subito.

Gli omofobi pur di andare contro il mondo LGBT sarebbero in grado di prendere le difese del padre-orco che forse con quella violenza stava solo cercando di portare la figlia lesbica sulla retta via dell’eterosessualità?

 

Andrea Sanna

1 commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.