Matteo Renzi, LGBT marriage in Italy. Now!

matteo renzi

Chiediamo al Governo Italiano di annullare ogni provvedimento teso a colpire le coppie omosessuali sposate all’estero. Siamo cittadine e cittadini dell’UE prima ancora che italiani, e il divieto di trascrizione in Italia dei nostri matrimoni lede il diritto alla libertà di circolazione delle nostre famiglie.

Chiediamo al Parlamento italiano di approvare entro la fine dell’anno una legge che finalmente elimini ogni forma di discriminazione tra unioni eterosessuali ed omosessuali: stando alle dichiarazioni dei leader di partito, il 78% dei parlamentari attualmente seduti tra Senato e Camera sarebbe pronto a votare SUBITO una legge in tale direzione.

Chiediamo al Partito Democratico e al primo ministro Matteo Renzi di smetterla di perdere tempo in promesse vane, agendo nella realtà dei fatti in direzione contraria a quanto affermano. Se la loro parola vale qualcosa, che agiscano e in tempi rapidi. Senza compromessi al ribasso, poiché la nostra dignità umana non merita di essere presa in giro un’altra volta con un’ennesima discriminazione travestita da uguaglianza.

Qualora il primo ministro Matteo Renzi continuasse a ignorare i diritti delle cittadine e dei cittadini omosessuali, perseverando in atti di forza contro gli stessi e di ostinata cecità verso i bisogni della comunità LGBTI, chiediamo al presidente del Gruppo dell’Alleanza Progressista dei Socialisti e Democratici al Parlamento Europeo Gianni Pittella di espellere il Partito Democratico italiano per incongruenza con i valori fondanti e fondamentali del gruppo S&D.

 

firma petizione

fonte: loveoutlaw.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.